Le mie prenotazioni
Preferiti
Accedi

Le migliori città per "fare workation"

magazine_image

Anche tu in smart working negli ultimi mesi? Anche se ormai ti sei abituato al tuo sereno nuovo “ufficio domestico” e alle immancabili piantine, post-it, blocco note e gadget con cui lo hai arredato, hai probabilmente già voglia di cambiare aria. È tempo di partire PC alla mano per una “workation”, esplorando le migliori città per lavorare da remoto senza rinunciare alle vacanze!

Prova la workation: un’eccitante combinazione tra lavoro da remoto e vacanza, un’opportunità per viaggiare e scoprire nuove mete lavorando da lì per almeno una parte del tuo soggiorno.

Ok, ok: “fare workation” non significa necessariamente rispondere alle e-mail sorseggiando un colorato cocktail già alle 11 del mattino ma combinare lavorare da remoto e vacanze,  per avere la possibilità di cambiare aria e rilassarsi, divertirsi e finalmente distrarsi dalla solita routine scrivania – divano – letto, non appena si chiude il PC…in una delle mete più interessanti del mondo!

Fare workation significa anche avere la possibilità di trascorrere più tempo con i membri della tua famiglia che non vedi da tanto e esplorare nuove destinazioni senza consumare fino all’ultima goccia le tue preziose ferie.

Sebbene il concetto era già noto molto prima della pandemia –  forse hai già sentito parlare di “Digital Nomad” – oggi sempre più persone possono dire di avere avuto l’ok del capo per continuare a lavorare da remoto, aprendo le porte a nuove possibilità per il mondo dei viaggi.

Ecco perché abbiamo deciso di calcolare il ‘Workation Index’, l’indice che permette di trovare la classifica delle migliori città del mondo e in Europa per continuare a lavorare sodo senza rinunciare a vacanze e divertimento!

L’indice è stato realizzato analizzando una serie di fattori particolarmente importanti per chi si appresa a lavorare da remoto viaggiando. Non ci siamo risparmiati: abbiamo analizzato elementi quali il costo mensile di un appartamento con una camera da letto, il numero di attività disponibili con recensioni oltre le 4 stelle, il costo dei drink dopo il lavoro, le ore medie di luce e, soprattutto, lei: l’irrinunciabile connessione Wi-Fi.

Continua a leggere per scoprire i risultati completi del Workation Index.

Le migliori città per “fare workation”

Bangkok

Al primo posto nel Workation Index troviamo la capitale della Thailandia. Anche se la velocità internet non è la più alta del mondo (la media è di 28 Mbps), ci sono più di 450.000 punti di accesso gratuito ad una Wi-Fi a Bangkok.

Il costo della vita è uno dei più accessibili al mondo: se prenotare un alloggio può essere mediamente più costoso di altre mete in Asia, un pasto decente costa davvero poco. Altri punti di forza sono il fatto che la maggior parte delle persone a Bangkok parla inglese e il boom degli investimenti asiatici ha portato molte multinazionali a trasferirsi nella capitale: questo significa che la città ora offre strutture di alto livello a imprenditori e uomini d’affari provenienti da tutto il mondo.

E per il tempo libero? Bangkok offre centinaia di meravigliosi palazzi da visitare, tra cui i famosi Grand Palace e Wat Po. Non mancano i centri commerciali moderni con boutique di lusso; da non perdere i tradizionali mercatini galleggianti che colorano il fiume al mattino, l’occasione perfetta per assaggiare un po’ di cibo locale.

Le migliori città per fare "workation"_ smart working_lavoro da remoto_in vacanza_Bangkok

Nuova Delhi

Nuova Delhi non è solo la capitale e il centro politico più importante dell’India: la città ha anche un’importanza storica come punto nevralgico di scambi e commerci, dei trasporti e della cultura indiana. Nuova Delhi vanta un gran numero di bazar, musei, palazzi storici e memoriali, biblioteche e luoghi di culto: c’è sempre qualcosa di interessante da esplorare dietro ogni angolo.

E per quanto riguarda l’alloggio per brevi periodi di tempo, Nuova Delhi è una delle capitali più economiche al mondo, con una media di circa 209 euro / mese per un appartamento con una camera da letto. La città è anche sede di 165 co-working spaces, che danno ai lavoratori l’opportunità di incontrare altri “Nomadi Digitali”. Un pecca di Nuova Delhi? La città non vanta la connessione ad internet più veloce del mondo – la velocità media del Wi-Fi qui è di 12 Mbps al secondo – ma è tuttavia sufficiente per lavorare da remoto stabilmente.

Le migliori città per fare "workation"_ smart working_lavoro da remoto_in vacanza_Nuova Delhi

Lisbona

Lisbona si piazza al terzo posto della classifica delle migliori città per lavorare da remoto nel mondo ma conquista il primo posto nella classifica europea! Sebbene la capitale del Portogallo non si sia classificata in cima alla classifica per le singole categorie prese in considerazione, il suo punteggio totale è tra i più alti e le fa guadagnare la medaglia d’oro in Europa.

E a ben ragione. Lisbona ha un’anima estremamente variegata: è patria del delizioso pastel de nata, dell’ottimo vino a buon prezzo e le sue strade brulicano di energia, e non soltanto la sera, quando i suoni del Fado riempiono le viuzze del centro storico. La città offre anche altri vantaggi particolarmente interessanti a chi la sceglie come meta per una workation, come l’accesso alle vicine spiagge, localizzate appena fuori città e perfette per imparare a fare surf o anche per un tuffo al mattino presto; anche i trasporti sono decisamente economici, inclusi i taxi che costano soltanto circa 0,50 euro/km.

Le migliori città per fare "workation"_ smart working_lavoro da remoto_in vacanza_Lisbona

Barcellona

Al quarto posto troviamo la seconda città più grande della Spagna, Barcellona. L’architettura unica di designer come Gaudí ha fatto guadagnare alla città un posto nella top 10 delle città più Instagrammabili, con più di 62 milioni di foto postate sotto l’hastag #Barcellona. Gli impressionanti edifici di Gaudí, come la Sagrada Familia e il Parc Güell, sono assolutamente da visitare, insieme alle altre 2.737 attrazioni a 4+ stelle che Barcellona ha da offrire.

Per quanto riguarda il lavoro, la città ha il secondo più alto numero di spazi di co-working in Europa, dopo Londra e si colloca al settimo posto nella classifica mondiale. Dal punto di vista della velocità di internet, Barcellona offre una media di 37 Mbps a chi la sceglie per lavorare da remoto, piuttosto impressionante se consideriamo che la città ospita una popolazione di oltre 5 milioni.

Le migliori città per fare "workation"_ smart working_lavoro da remoto_in vacanza_Barcellona

Budapest

Analogamente a Lisbona, Budapest non appare nella top 10 delle singole categorie prese in considerazione per valutare la qualità dell’ambiente di lavoro e della vacanza ma grazie ai punteggi cumulati, la capitale dell’Ungheria si è guadagnata la quinta posizione. Se stai cercando una meta in cui goderti un dolce clima soleggiato, forse Budapest non è la migliore opzione, dato che riceve meno di 2000 ore di sole in media ogni anno.

Ma la città non manca di offrire un’ottima qualità della vita anche a chi la sceglie come meta per fare workation: a Budapest potrai trovare un cappuccino schiumoso sotto i 2€; dopo il lavoro, potrai tranquillamente trovarti a bere una birra locale a meno di 3€.

Le migliori città per fare "workation"_ smart working_lavoro da remoto_in vacanza_Budapest

Buenos Aires

A pari merito con Budapest troviamo in classifica la capitale argentina, Buenos Aires – la città sudamericana ha molto da offrire sia per chi viaggia per affari che per piacere personale. La scena culturale e le arti dello spettacolo sono una parte importante della città latinoamericana, tanto che ospita più di 280 teatri – non sorprende quindi che si sia classificata così in alto sotto la categoria delle “cose da fare”.

Buenos Aires è anche una grande opzione per gli smartworker alla ricerca di un alloggio economico:  un appartamento con una camera da letto costa in media sui 260€ al mese. Anche il caffè è un vero affare, con una media di 1,3 € per un cappuccino – perfetto per tirarsi su dopo uno spettacolo teatrale a tarda notte.

Le migliori città per fare "workation"_ smart working_lavoro da remoto_in vacanza_Buenos Aires

Le migliori città per “fare workation” in Europa

Le tre migliori città d’Europa per fare workation hanno anche fatto il taglio per le prime cinque città del mondo, quindi abbiamo già spiegato cosa c’è in offerta per i lavoratori a distanza a Lisbona, Barcellona e Budapest. Ma che dire dell’offerta delle città europee al quarto e quinto posto?

Istanbul

Istanbul è un quarto posto controverso nella lista europea, con la città tecnicamente divisa su due continenti – Europa e Asia. Tuttavia, la capitale della Turchia è stata nominata capitale europea della cultura nel 2010, il che ci fa pensare che meriti il suo posto in questa lista. L’anno scorso, oltre 31,4 milioni di turisti hanno visitato la città, il che spiega l’enorme numero di foto su Instagram con l’hashtag #Istanbul – oltre 116 milioni, in effetti.

Le migliori città per fare "workation"_ smart working_lavoro da remoto_in vacanza_Instanbul

Bucarest

Al quinto posto nella classifica delle cinque migliori città europee per fare workation c’è Bucarest. La vibrante e trafficata capitale rumena ha visto un grande ritorno negli ultimi anni, e ha molto da offrire a chi la sceglie come meta per lavorare da remoto: una delle più veloci velocità Wi-Fi del mondo a 54 Mbps, tariffe di taxi economiche a meno di 0,50 €/ km in media e due pinte di birra locale a circa 3€- un affare!

Le migliori città per fare "workation"_ smart working_lavoro da remoto_in vacanza_Bucarest
Le migliori città per fare "workation"_ smart working_lavoro da remoto_in vacanza_infografica

Metodologia

Per compilare il Workation Index, abbiamo prima raccolto una lista di oltre 150 paesi usando “Le 100 migliori città del mondo” da bestcities.org e altre fonti varie.

Abbiamo poi analizzato ogni città sui seguenti fattori:

Lavoro
Connessione remota: Media Wi-Fi mbps al secondo
Spazi di co-working: Numero di spazi di co-working
Caffeina: Prezzo medio di acquisto di un caffè
Viaggi: Prezzo medio del taxi per km2
Bevande dopo il lavoro: Prezzo medio per 2 birre in un bar

Vacanze
Alloggio: Prezzo medio di un appartamento con 1 camera da letto al mese
Cibo: Costo medio di un pasto in un ristorante locale di medio livello
Clima: Numero medio di ore di sole
Attrazioni turistiche: Numero di ‘Cose da fare’ su Tripadvisor
Instagramabilità: Numero di foto con il #cityname

Abbiamo usato una varietà di fonti credibili per trovare dati per ciascuna delle categorie di cui sopra e poi classificato i paesi dal primo all’ultimo sulla base di questi dati, dando.

Poiché alcuni fattori sono più importanti di altri, i punteggi di “spazi di co-working”, “alloggio” e “sole/clima” hanno una doppia ponderazione, mentre “connessione remota” ha una tripla ponderazione – il fattore più importante di tutti.

Abbiamo poi sommato i punteggi per ottenere un punteggio totale, prima di classificare i paesi sulla base di questo punteggio complessivo e finale.

Il set di dati completo è disponibile su richiesta.

Fonti:

www.bestcities.org/rankings/worlds-best-cities
www.nomadlist.com
www.coworker.com
www.numbeo.com/cost-of-living/
en.wikipedia.org/wiki/List_of_cities_by_sunshine_duration
www.currentresults.com/index.php
www.tripadvisor.co.uk/Attractions
www.instagram.com

Altri post in questa categoria:

Viaggi & Lifestyle

I borghi italiani più desiderati (e più belli) da visitare nel 2021

Viaggi & Lifestyle

Dieci viaggi in barca indimenticabili

Viaggi & Lifestyle

L’Indice dei Prezzi dell’Acqua

Viaggi & Lifestyle

La Top10 delle città più verdi d’Italia

Viaggi & Lifestyle

Grand Tour delle 10 città con più cultura d’Italia

Viaggi & Lifestyle

Le spiagge italiane più popolari su Instagram