Case vacanze e appartamenti a Barletta

Inizia ora a cercare 90 case in Barletta!

Cerca tra milioni di case vacanza
+
Confronta da più di 600 siti web
=
Trova la tua casa vacanze ideale al miglior prezzo

Alloggi preferiti in Barletta

Appartamento per 4 persone in Barletta, con balcone
4,7
20 Recensioni
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
48 €a notte
Casa vacanze per 4 persone in Barletta, con balcone
4 pers., 2 Camere da letto, 1,2km dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
95 €a notte
Casa vacanze per 4 persone in Barletta
4 pers., 2 Camere da letto, 1,3km dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
96 €a notte
Appartamento per 6 persone in Barletta, con giardino, con animali domestici
6 pers., 1 Camere da letto, 20m dalla Spiaggia
4,5
7 Recensioni
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
63 €a notte
Appartamento per 2 persone in Barletta, con terrazza, con animali domestici
2 pers., 1 Camere da letto, 1,3km dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
64 €a notte
Appartamento per 2 persone in Barletta
2 pers., 2 Camere da letto, 1,5km dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
50 €a notte
Casa vacanze per 4 persone in Barletta
4 pers., 1 Camere da letto, 1,7km dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
115 €a notte
Casa vacanze per 4 persone in Barletta
4 pers., 1 Camere da letto, 750m dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
48 €a notte
Appartamento per 3 persone in Barletta
3 pers., 800m dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
81 €a notte
Casa vacanze per 4 persone in Barletta
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
81 €a notte
Casa vacanze per 4 persone in Barletta, con terrazza
4 pers., 1 Camere da letto, 1,6km dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
72 €a notte
Appartamento per 3 persone in Barletta
3 pers., 2 Camere da letto, 750m dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
120 €a notte
Appartamento per 4 persone in Barletta
4 pers., 1 Camere da letto, 1,5km dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
46 €a notte
Appartamento per 3 persone in Barletta
3 pers., 1 Camere da letto, 750m dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
48 €a notte
Appartamento per 2 persone in Barletta
2 pers., 1 Camere da letto, 1,3km dalla Spiaggia
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
84 €a notte
Appartamento per 10 persone in Barletta, con terrazza
10 pers., 4 Camere da letto, 1,6km dalla Spiaggia
5,0
6 Recensioni
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
48 €a notte
Appartamento per 6 persone in Barletta, con animali domestici
6 pers., 1 Camere da letto, 1km dalla Spiaggia
4,9
7 Recensioni
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
65 €a notte
Appartamento per 5 persone in Barletta, con idromassaggio e sauna, con animali domestici
4,8
67 Recensioni
Barletta, Barletta-Andria-Trani
da
71 €a notte
Mostra tutto

Attrattive in Barletta

  • Sito archeologico di Canne
  • Cattedrale di Santa Maria Maggiore
  • Basilica del Santo Sepolcro
  • Le mura della città
  • Il Castello di Barletta

I più ricercati in Barletta

Internet 11
Animali ammessi 6
Balcone/Terrazza 10
TV 12
Aria condizionata 14
Parcheggio 10
Lavatrice 9
Riscaldamento 12

Case Vacanze e Appartamenti a Barletta

Case vacanze e appartamenti in Puglia

Se siete alla ricerca di una meta diversa dal solito, la destinazione turistica di Barletta, in Puglia, è la meta perfetta. Qui è possibile trovare case vacanze a due passi dal mare e vicino a tutti i locali da spiaggia, per avere il mare la mattina e la movida notturna la sera. Le case sono solitamente economiche e dotate di ogni comfort: piscina privata, barbecue e giardino, per godersi una vacanza appieno e, per i più esigenti, sarà possibile soggiornare anche in ville indipendenti o palazzi storici ristrutturati!

Appartamenti in centro con la famiglia

Oltre agli appartamenti sulla costa, molti altri si possono trovare nel bellissimo centro medievale di Barletta, vicino a tutti i servizi, alle vie dello shopping e ai supermercati, per rendere la vacanza rilassante, ma anche ben organizzata. Anche in questo caso sarà possibile godere sia di appartamenti ampi che di case piccole e intime, con tanto di piscina privata e un panorama mozzafiato dalla terrazza.

Vacanze a Barletta

Ubicazione e orientamento

Vacanze nella storia e nel fascino della Puglia

Barletta è un comune italiano, capoluogo insieme ad Andria e Trani della provincia di Barletta-Andria-Trani in Puglia. Il territorio comunale fa parte del bacino della valle dell’Ofanto e, oltre a essere bagnato dall'omonimo fiume, che funge amministrativamente come confine territoriale tra Barletta e Margherita di Savoia, ne ospita anche la foce. Il comune di Barletta, che comprende la frazione di Canne, sito archeologico ricordato per la storica battaglia vinta nel 216 a.C. da Annibale, è stato riconosciuto come città d'arte dalla Regione Puglia nel 2005 per le sue bellezze architettoniche. Il territorio di Barletta ha circa 13,5 chilometri di costa, si affaccia sul mare Adriatico all'imboccatura sud-est del golfo di Manfredonia, nell'area costiera in cui il litorale roccioso della Terra di Bari modifica le sue caratteristiche giungendo alle sabbie della foce del fiume Ofanto. La città è situata sulla costa 5 chilometri a sud-est dalla foce dell'Ofanto ed è ubicata su di un bassopiano che varia dai 10 ai 30 metri sul livello del mare, mentre il territorio comunale risulta compreso tra i 0 e i 158 metri sul livello del mare, determinando così un'escursione altimetrica pari a 158 metri! Il centro abitato si estende per una lunghezza da est ad ovest di circa 6 chilometri, da nord a sud per circa 2 chilometri ed un perimetro di circa 13 chilometri.

Il centro storico e il suo fascino senza tempo

La città di Barletta offre molto da vedere, palazzi, chiese, vestigia storiche e molte meraviglie. Una di queste è il Colosso, chiamato popolarmente Aré, storpiatura di Eraclio, una statua di bronzo alta cinque metri e undici centimetri, forse un’opera orientale del IV secolo d.C. che raffigura probabilmente Valentiniano I. Tante sono le chiese, gli edifici e i musei presenti in loco e tutti meritano una visita. Imperdibile una passeggiata tra i palazzi del centro storico, come il palazzo della Marra e la sua architettura pugliese, dove potrete anche visitare la collezione del pittore De Nittis. Palazzo Santacroce e la sua simmetria perfetta, palazzo De Leone Pandolfelli e villa Bonelli costruita fuori dalle mura, l’antico sistema difensivo della città. Di tale fortificazione rimangono alcuni resti che potrete visitare. Non può mancare una visita alle numerose chiese di Barletta, come la Cattedrale di Santa Maria Maggiore. Altro luogo famoso è la Cantina della Disfida. Qui, secondo la tradizione, vi fu un diverbio tra il francese Charles de La Motte e il capitano spagnolo don Diego di Mendoza che diede vita alla famosa Disfida di Barletta, che vide schierarsi tredici cavalieri italiani e tredici francesi, conclusasi con la vittoria degli italiani.

Viaggiatori e attività connesse

Barletta per chi ama il divertimento e lo shopping

Se avete voglia di fare shopping, potrete recarvi in Corso Vittorio Emanuele, un’importante strada sia da un punto di vista storico che commerciale. Qui potrete acquistare capi d’abbigliamento, calzature o ottimi prodotti, quali olio e vino da regalare come souvenir! Per quanto riguarda il divertimento, a Barletta si trovano pub e locali che restano aperti sino all’alba. Ad esempio, il Saint Patrick Irish Pub, il Quo Vadis, il Club77 che serve ottimi aperitivi miscelando sapori di ogni parte del mondo, e la cornetteria-caffetteria Bebop dove acquistare gustosi cornetti. Avrete quindi una vasta scelta per trascorrere le vostre serate all’insegna del divertimento! Per quanto riguarda i ristoranti, per trascorrere una serata in compagnia, in città troverete ampia scelta, spaziando dai menu di terra a quelli di mare, non dimenticando luoghi dove è possibile mangiare cucina internazionale.

Barletta per chi ama passeggiare

Se avete voglia di fare una passeggiata immersi nel verde, recatevi ai Giardini Fratelli Cervi detti anche i Giardini del Castello poiché ubicati nei pressi del Castello svevo. Qui troverete due parchi per bambini diversificati per età. All'interno troverete anche alcune piante geneticamente modificate, dalle grandi dimensioni. Altra piacevole passeggiata è quella nei pressi del Parco naturale regionale Fiume Ofanto, area naturale, istituita nel 2003 dalla regione Puglia, in cui rientrano la città di Barletta, Canosa di Puglia, San Ferdinando di Puglia, Candela, Ascoli Satriano, Cerignola e Margherita di Savoia. Nel parco ci sono numerose testimonianze storiche, soprattutto nei dintorni di Canosa di Puglia. Queste vanno dalla via Traiana al Ponte romano sull'Ofanto tra Cerignola e Canosa.Non potete perdervi anche Torre Pietra tra Margherita di Savoia e Zapponeta.

Sapete che Barletta ha dato i natali al velocista Pietro Mennea, orgoglio sportivo di tutta Italia, conosciuto come Freccia del Sud, pluricampione olimpico, primatista mondiale dei 200 metri piani dal 1979 al 1996?

Top 5 consigli di viaggio

1. Sito archeologico di Canne

Canne della Battaglia è uno dei centri storici più importanti della Puglia, sorge su un’altura da cui domina le città di Barletta, Canosa e Margherita di Savoia. Questa località è stata abitata fin dal quinto millennio a.C. Le testimonianze della sua storia gloriosa sono custodite all’interno del suo antiquarium, dove potrete ammirare importanti resti del passaggio di popoli e genti venute da lontano, tra cui i Dauni, i Greci e i Romani. L’antiquarium precede l’area di scavo archeologico che raggiungerete percorrendo un lungo vialetto alberato. Giunti sulla collinetta dove si trovava l’antica città di Canne vi troverete davanti ad un luogo fermo nel tempo. Con un pizzico di fantasia potrete immaginare come poteva essere nel pieno dello spirito medievale, abitato da operai e mercanti, ricco di botteghe e magazzini per la conservazione di carne e pesce. Il sito più importante è l’antica cattedrale, una basilica paleocristiana disposta su due livelli, di cui ancora oggi si possono ammirare capitelli e decori scolpiti. Ciò che oggi si vede è soprattutto una Canne dell’età di mezzo, con un assetto urbanistico risalente a quest’età che però poggia su uno stile di città risalente all’epoca romana, contraddistinta da due strade principali intersecate da stradine minori. Le tante distruzioni e ricostruzioni della città hanno fatto sì che gran parte degli strati storici fossero coperti e bisogna considerare che l’area di scavo non è stata analizzata a fondo e potrebbe contenere ancora numerosi segreti. Durante gli ultimi scavi, infatti, è stata rinvenuta una domus di epoca romana.

2. Cattedrale di Santa Maria Maggiore

Camminando per le stradine del centro storico, all’improvviso vi troverete davanti alla Cattedrale di Barletta e sarete stupiti dalla sua inaspettata maestosità. La cattedrale mette in bella mostra tutto il suo carattere semplice con sfumature austere, date dall’intreccio dello stile romanico con quello gotico. Il campanile domina l’intera costruzione, mentre la facciata è decorata solo da un portale rinascimentale e da un rosone centrale. Con l’aggiunta della parte in stile gotica, la cattedrale è stata arricchita da absidi di forma trapezoidale che all’esterno regalano un delicato prospetto posteriore. Di particolare importanza sono le sculture che si trovano all’ingresso della sagrestia e che sarebbero una delle prime testimonianze di arte figurata pugliese, risalenti al XII secolo. L’attuale cattedrale sorge sui resti di ben due edifici precedenti che hanno visto la luce grazie ai recenti scavi archeologici. Attraverso un percorso guidato nella cripta della cattedrale, potrete ammirare ciò che resta della prima basilica paleocristiana, costruita in quel luogo, di cui sono ancora ben visibili i resti di una pavimentazione a mosaico e decori geometrici. Questa chiesa è stata abbandonata per lungo tempo e successivamente nello stesso luogo è stata inserito un edificio più piccolo, dal carattere tipicamente medievale.

3. Basilica del Santo Sepolcro

Barletta è stata terra di pellegrini e mercanti che partivano o tornavano dall’oriente e soprattutto dalla Palestina. Il suo porto si trovava in una posizione propizia per questo tipo di viaggi e questo garantì la fortuna della città per secoli. I viaggiatori e i crociati di passaggio da Barletta non rinunciavano mai ad un’ultima preghiera nella Basilica del Santo Sepolcro. In un tempo in cui i viaggi si facevano su navi robuste ma non sicure, anche i più coraggiosi temevano di salpare verso l’orizzonte ignoto. Sono stati tanti quelli che facendosi rapire dai cattivi presagi e dalla paura hanno lasciato a questa Basilica i propri beni più cari, formando così il tesoro dei pellegrini. Beni di inestimabile valore sono oggi custoditi tra le mura di questo luogo sacro, nella cappella sovrastante il nartece si trovano manoscritti che raccontano il lascito di immobili, case e latifondi, ma anche oggetti preziosi e gioielli, spesso originari della Terra Santa e realizzati da artigiani francesi. Tra questi suppellettili, due sono molto importanti e particolari: il primo è una colomba eucaristica in rame, datata 1184 e realizzata con l’antica tecnica del champlevé. Il secondo è una stauroteca a forma di croce che come da tradizione conteneva i resti della croce di Cristo ed è stata portata nella città pugliese dal patriarca di Gerusalemme nel 1291.

4. Le mura della città

Le mura di Barletta costituiscono l'antico strumento difensivo della città. Le prime mura furono edificate dai Normanni, che occuparono il territorio barlettano tra l'XI ed il XII secolo. Le mura cingevano allora l'originario nucleo di Santa Maria. Durante la dominazione sveva l'imperatore Federico II ampliò il fortino normanno edificando la sua domus, individuabile nell'attuale sede della Biblioteca Comunale. Con l'arrivo degli Angioini vi furono nuovi lavori sulla cinta muraria, per proteggere l'area più a sud, un ampliamento del castello con la costruzione del palatium sul lato nord, abbattuto in seguito dagli Aragonesi, e lo scavo del fossato intorno al castello. Il periodo aragonese modificò significativamente il tracciato delle mura, fino a cingere un'ampia parte dell'edificato attualmente appartenente al quartiere San Giacomo-Settefrati. Fu in questo periodo che il castello assume la definitiva ed attuale conformazione architettonica. Nel 1860 ebbe inizio l'abbattimento della cinta muraria che ostacolava l'espansione edilizia, il commercio con le città limitrofe e la costruzione della ferrovia con la relativa stazione e degli stabilimenti industriali.

5. Il Castello di Barletta

Anche se non si hanno notizie certe sulla sua costruzione, sappiamo che il Castello di Barletta è stato costruito in epoca normanna. Successivamente abitato dagli Svevi e da Federico II. Con Carlo V e con gli Angioini viene sottoposto a numerosi rimaneggiamenti che l’hanno restituito al popolo nelle sembianze che vediamo ancora oggi. Il castello mantiene l’aspetto austero di una fortezza militare, circondato dal mare e da un profondo fossato che aveva il compito di tenere lontani i nemici. Ha una forma simmetrica e semplice, con quattro bastioni ai vertici. Gli aspetti più interessanti del castello sono senza dubbio i sotterranei e il museo, quest’ultimo infatti è costituito da diverse gallerie divise per epoche e testimonianze. Si può visitare la Galleria antica, la Galleria ottocentesca, la Galleria Cafiero ed infine una collezione di lapidi e reperti funerari. Tra tutti gli oggetti conservati nel museo, quello che più attira turisti e curiosi è un busto in pietra calcarea, su cui ancora oggi vengono fatti studi e tesi universitarie.